I COLLEZIONISTI DI MEMORIE. Sfida a tema n.3: “Lo straniero”

Ogni mercoledì i tre collezionisti di memorie della Rotta scattano una foto a testa su un tema scelto da i nostri lettori. Oggi tocca a “Lo straniero”.

DI GUERRE STRANIERE

Di guerre straniere - tylerscatto di Tylerdurdan

S/T.

Straniero2scatto di Scalva

CORPO

corposcatto di Shibbia

Informazioni su akaONir

di rap, fùtbol, archivi e altre storie
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia, Il collezionista di memorie e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

8 risposte a I COLLEZIONISTI DI MEMORIE. Sfida a tema n.3: “Lo straniero”

  1. M ha detto:

    Anche stavolta tre foto bellissime. Scalva in versione “sturm und drang” mi piace assai!😉 un po’ meno “impattante” rispetto alle altre due foto (per gli altri temi), ma decisamente efficace. Per i miei gusti è quella che sa più di “straniero” in senso ampio.
    Bella e amara quella di Tyler.
    Quella di Shibbia mi piace moltissimo come scatto ma non sono sicura di averla capita, in relazione al tema…

  2. Bellissima la foto di Scalva, centrato in pieno il tema!!! Affascinante (anche se non riesco a collegarla allo “straniero”) quella di Shibbia, Bello e “dannato” lo scatto di Tylerdurdan, dal gusto un po’ amaro (mi piace comunque il collegamento guerre straniere/ lo straniero).
    complimenti a tutti

  3. Shibbia ha detto:

    Eh lo so, è molto azzardata!
    L’idea era il corpo come “corpo estraneo”, oggetto sconosciuto che se ne va, etc etc… Purtroppo se la spiego vuol dire che non è riuscita, ma un po’ lo temevo😉

    • se ti consola, di foto (e arte in generale) non capisco niente😉 .
      Posso dire solo che alcune opere/foto/sculture etc non mi trasmettono niente, altre si!!
      In questo caso ho cercato di “attenermi” al tema, e ho dato dei giudizi (che brutta parola!!)
      Detto questo, tutte e tre le foto (cosi come le precedenti che non ho commentato) mi hanno trasmesso molto, si percepisce che chi le scatta ci mette passione, e per me questo è molto!!!! (sono per la scuola “Fanculo qualsiasi tecnica, ciò che importa è l’anima di chi suona e non la qualità dello strumento”)
      MadB0mber

  4. imbuteria ha detto:

    rien à faire! voto scalva troppo omerico e arkétipico per non😉

  5. Focaninja ha detto:

    Bellissime foto. Premetto che di fotografia non ci capisco niente e mi presento: sono focaninja e vi dirò cosa ho pensato di queste foto anche se non me l’avete chiesto🙂
    La prima ferisce come ciò che ritrae. Il profilo dell’arma taglia, è spigoloso e violento, e impedisce allo sguardo di perdersi nei colori meravigliosi dello sfondo.
    La foto di scalva è una vertigine e mi fa venire in mente tre parole molto calzanti rispetto al tema del post: solo, piccolo, lontano. Davvero bella.
    L’ultima foto mi parla di un corpo che nell’ombra è sempre se stesso, ma diverso, staccato. Straniero, forse. Mi parla di contrasti e nature doppie ma coincidenti.

  6. vhreccia ha detto:

    Bravi, davvero; belle e alienanti tutte e tre le foto. Il mio gusto mi porta a preferire il Gufo.
    E bravi a quelli della Rotta per l’idea.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...