IL COLLEZIONISTA DI MEMORIE: Margini⁵

Una fotografia non può né mentire né dire la verità: denota solamente (registra automaticamente lo spazio) e designa (è correlata causalmente a situazioni passate). Si può controllare o valutare l’accuratezza, la quantità e la tipologia di informazioni trasmesse da una trascrizione analogica, ma ciò non vuol dire affermare che essa possa essere giudicata veritiera o non veritiera. David N. Rodovick, Il cinema nell'era del virtuale

(foto di Andrea Pozzato)

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia, Il collezionista di memorie. Contrassegna il permalink.

2 risposte a IL COLLEZIONISTA DI MEMORIE: Margini⁵

  1. occhiogrigioverde ha detto:

    Sarà paradossale per uno scatto in bianco e nero, ma trovo che questa foto abbia dei grigi stupendi…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...