IL COLLEZIONISTA DI MEMORIE: Street is our stadium¹

La fotografia non sa mentire, ma i bugiardi sanno fotografare. - Lewis Wickes Hine

(foto di Andrea Pozzato)

Nota: la serie fotografica di questo mese si costruirà come un esperimento di lettura delle immagini. Ogni mercoledì pubblicheremo due diverse versioni de IL COLLEZIONISTA DI MEMORIE corrispondenti ad altrettante letture di una singola fotografia, poiché ogni immagine è sempre molte immagini e la verità di una foto è sempre la verità che nasce dall’incontro tra lo sguardo di chi la osserva e lo sguardo di chi la scatta.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia, Il collezionista di memorie e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a IL COLLEZIONISTA DI MEMORIE: Street is our stadium¹

  1. silvia ha detto:

    …La fotografia non mente così come l’arte o l’amore e in qualsiasi maniera si manifestino, non importa chi li crea, vive od ammira o critica, ognuno sceglie di rivelare quello che non riesce a dire ma non può nascondere del sentirsi mescla universale…gli altri sono lo specchio che ci riflette tutti per prima a noi stessi, umani troppo umani, nei ritratti, nei primi piani,nei paesaggi marini o montani, nel cemento delle nostre prigioni, di quartiere, di razza, di cultura di sensibilità più o meno incline ad una forma concreta o astratta che sia, chi ha desiderio d’infinito risorgerà dalle proprie ceneri sempre…Buon viaggio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...