Opinioni, libertà, e altre stronzate

questo post è apparso originariamente su seppuku e ci è stato donato dal suo autore.

A me Nonciclopedia ha sempre fatto cagare. Non lo dico per fare quello “contro”, mi faceva cagare già da tanto, e non, come dice Wu Ming, perché ironizza su Anna Frank. Non sto ad ammorbare nessuno sul fatto che sono in estremo disaccordo con Luttazzi (ed eventualmente anche Wu Ming) sul fatto che per quello che mi riguarda la libertà di espressione è una cosa ben più importante di una non chiaramente definita “morale”, benché è chiaro che la vita è fatta di compromessi (e.g. se racconto la classica “un negro e un ebreo si buttano da un palazzo, chi cade prima?” in un tribunale ne pagherò giustamente le conseguenze).

Una cosa è da riconoscere però; internet rende tutti stupidi. A nessuna persona che geneticamente ha dei buoni neuroni fa ridere la centotrentesima battuta su Chuck Norris o l’ennesima finta citazione di Oscar Wilde.

Che poi, come giustamente dice Wu Ming (non so se dire “dice Wu Ming” o “dicono Wu Ming” o metterci l’articolo per cui accontentatevi, o voi che leggete), nei confronti di Nonciclopedia non c’è stata nessuna censura, esattamente come non c’è stata nei confronti di Wikipedia. E i due casi non c’entrano un cazzo l’uno con l’altro. Del primo non mi frega nulla; fortunatamente è fregato qualcosa ad altri, fra cui uno che ha scritto un resoconto tristemente divertente. Il secondo caso merita un po’ più d’attenzione, visto che le reazioni sono state più sofisticate di “LOL VASCO ROSSI MERDA”.

Per chi fosse stato a mettere bombe in qualche moschea in questi giorni, Wikipedia è in sciopero della fame tipo Pannella per colpa del DDL sulle intercettazioni, e il comunicato un po’ prolisso è questo qui. Qualcuno dice “chi cazzo se ne frega di Wikipedia, sono ben altri i siti che rischiano”, ed è vero. Il problema però non è che i siti rischino o meno, perché tutti sanno bene che su internet la legislazione ha sempre buchi. Ad esempio, non è ben chiaro cosa succeda nel caso la residenza fisica del sito web sia fuori dall’Italia (non esistono ancora le e-rogatorie), per cui un trasloco può essere sufficiente a curare tutti i mali.

Il problema è che mentre molti sono stati rapidissimi a gridare alla censura – problema estremamente scavalcabile in Unione Europea – non si sentono lamentele tanto frequenti sul contesto in cui avviene tutto ciò. Questo è un pezzo del contesto, ad esempio.

Aggiungo una seconda parte della patata bollente, che già avevo sinteticamente e cripticamente espresso ieri. Questa legge, assieme a molte altre, è l’ennesimo calcio in faccia a tutti quelli che vogliono buttarsi nel business delle telecomunicazioni in Italia, che platealmente favorisce (od obbliga?) la fuga all’estero di qualunque tipo di impresa in materia. È vero che le parole non contano un cazzo, che “il governo del fare” è una presa per il culo fin da quando in tenera età Dell’Utri andava a succhiarlo al boss di turno, però dove cazzo è Confindustria quando serve? Devono essere troppo impegnati a supplicare Marchionne, li capisco pure.

Per quanto riguarda la libertà di espressione, questa legge non cambia un cazzo per quello che riguarda internet, ai fini pratici, sappiamo perfettamente quale è il problema principale, e spaventa un po’ vedere che tutti si sono buttati su Wikipedia solo perché rischiano di non poter più fare i copiaincolla per le tesi triennali.

Sì, lo so che volete sapere chi cade prima fra un negro e un ebreo, ma vi lascerò tirare a indovinare.

Advertisements

Informazioni su El_Pinta

Semiologo dilettante, spettatore ostinato, saggista crossmediale, teorico poststrutturalista.
Questa voce è stata pubblicata in Analisi, Attualità e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...