IL COLLEZIONISTA DI MEMORIE: Summer’s gone¹

I suoi intelligenti occhi castani cominciarono a guizzare come nell’olio. Abbandonò la scuola e si mise a frequentare suonatori da caffè e illusionisti, giocatori di dadi, ubriaconi e fumatori d’oppio. Non aveva nessuna particolare inclinazione per simili arti, e neppure una vera passione per il gioco o per il bere, ma era attratto da quel mondo e da tutto ciò che lo riguardava, proprio come provava repulsione per tutto ciò che apparteneva al mondo dei destini tranquilli e normali, delle abitudini consolidate e dei doveri consueti.
Ivo Andric, La corte del diavolo
(foto di Andrea Pozzato)
Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Fotografia, Il collezionista di memorie e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...