Ongaku no sosume #3 : Here Comes the Sun

E’ da poco tempo trascorso il 21 giugno, data del solstizio d’estate. Il giorno più lungo dell’anno o il più corto, dipende in quale emisfero risiedi. D’ora in poi, fino a fine luglio, Ongaku no sosume vi proporrà esclusivamente “dischi per l’estate” (che sembra quasi una frase pronunciata da Maurizio Costanzo, e subito dopo: “Deeemo, facci ‘na canzone dei Beatles). Il caldo comincerà a farsi sempre più insopportabile, soprattutto per coloro che come me, vivono nelle città. L’umidità che ti annebbia il cervello, rende il corpo più appiccicoso di una carta moschicida. L’unico momento della giornata in cui si può apprezzare questa porzione di anno è il tardo pomeriggio, quando il sole comincia a tramontare. Ecco, noi vorremmo consigliare dischi da ascoltare in questo lasso di tempo, o comunque che rievochino quella sensazione di rilassatezza delle 19.00 di una serata della tanto agognata, bella e calda stagione.

Incominciamo con un avviso ai naviganti e non una segnalazione vera e propria. Il 28 giugno verrà pubblicato Red Hot + Rio 2. Cos’è: The Red Hot Organization e l’Entertainment One Music hanno intrapreso una partnership per produrre  questo album (i cui proventi andranno in beneficenza ad associazioni che si occupano di combattere HIV/AIDS), un tributo al movimento musicale conosciuto come Tropicalia. Nei tardi anni ’60 questa scena esplose in Brasile, un mix di blues, jazz, folk e psychedelic rock con un retrogusto tipicamente sudamericano. Ma Tropicalia è stato anche molto di più: letteratura, poesia e visual art, che spesso commentavano il fermento tumultuoso della situazione politica del Brasile di quei tempi. Tropicalia ha fatto nascere  icone musicali brasiliane come Caetano Veloso, Gilberto Gil e la band Os Mutantes. Ha inoltre inspirato generazioni di musicisti americani. David Byrne – leader dei Talking Heads – ha confessato il suo amore  per i tropicalisti. Beck ha firmato un ode al movimento nel suo album Mutations del 1998. E Kurt Cobain (mica l’ultimo degli scemi, o forse sì) una volta ha fatto pubblicamente un appello per far ricostituire gli Os Mutantes.

Red Hot  + Rio 2 è una compilation di 33 brani in collaborazione tra leggende della musica brasiliana e artisti contemporanei internazionali della scena indipendente. Faccio qualche nome: John Legend, i già citati Os Mutantes, Devendra Banhart, Caetano Veloso, Dirty Projectors, Seu Jorge, Beck, Bebel Gilberto, José Gonzalez, Beirut, Tom Zé, Of Montreal, Marisa Monte Gogol Bordello, DJ Dolores, Aloe Blacc, Angelique Kidjo, Rita Lee, Madlib, Money Mark, Céu, Apollo Nove, Mayra Andrade, Trio Mocotó, Tha Boogie, Alice Smith, Carlinhos Brown, Los Van Van, Brazilian Girls, Marcos Valle, St. Vincent, Neon Indian, Forró In The Dark, Mia Doi Todd, Javelin, e molti altri. Voi vi chiederete come faccia a parlare di questo disco se esce il 28 giugno. Semplice: E’ possibile ascoltare l’intero album in streaming qui sul sito della NPR, ed è possibile ascoltarlo sia tutto d’un fiato o per tracce singole.

Per farvi capire la perla di cui stiamo parlando (così da farvi venire l’acquolina in bocca) ecco la tracklist:

CD1 (Red):

01 Alice Smith + Aloe Blacc: “Baby”
02 Beck + Seu Jorge: “Tropicália (Mario C 2011 Remix)”
03 Mia Doi Todd + José González: “Um Girassol da Cor do Seu Cabelo”
04 Quadron: “Samba de Verão”
05 Vanessa da Mata + Seu Jorge & Almaz: “Boa Reza”
06 John Legend: “Love I’ve Never Known”
07 Aloe Blacc + Clara Moreno: “Nascimento (Rebirth) – Scene 2”
08 Curumin: “Ela (Ticklah Remix)”
09 Aloe Blacc + Alice Smith: “Baby (Old Dirty Baby Dub Version)”
10 Superhuman Happiness + Cults: “Um Canto de Afoxé Para o Bloco do Ilê”
11 Om’Mas Keith: “Mistérios”
12 Forró in the Dark + Brazilian Girls + Angelique Kidjo: “Aquele Abraço”
13 Mia Doi Todd: “Canto de Iemanjá”
14 Caetano Veloso: “Terra (Prefuse 73 ‘3 Mellotrons in a Quiet Room’ Version)”
15 Marisa Monte + Devendra Banhart + Rodrigo Amarante: “Nú Com a Minha Música”
16 Bebel Gilberto: “Acabou Chorare”
17 David Byrne + Caetano Veloso: “Dreamworld: Marco de Canaveses”

CD2 (Hot):

01 Beirut: “O Leãozinho”
02 Tha Boogie: “Panis et Circensis”
03 of Montreal + Os Mutantes: “Bat Macumba”
04 Phenomenal Handclap Band + Marcos Valle: “Tudo o Que Você Podia Ser”
05 Madlib + Joyce Moreno: “Banana [ft. Generation Match]”
06 Marina Gasolina + Secousse: “Freak le Boom Boom”
07 Money Mark + Thalma de Freitas + João Parahyba: “Tropical Affair”
08 Los Van Van + Carlinhos Brown: “Soy Loco Por Ti, América”
09 Orquestra Contemporânea de Olinda + Emicida: “Roda”
10 Mayra Andrade + Trio Mocotó: “Berimbau”
11 Apollo Nove + Céu + N.A.S.A.: “It’s a Long Way”
12 DJ Dolores + Eugene Hütz + Otto + Fred 04 + Isaar: “A Cidade”
13 Javelin + Tom Zé: “Ogodô, Ano 2000”
14 Atom™ + Toshiyuki Yasuda: “Águas de Março [ft. Fernanda Takai + Moreno Veloso]”
15 Twin Danger: “Show Me Love”
16 Rita Lee: “Pistis Sophia”

Veramente tanta ma tanta roba.

Stefano Palmieri

Questa voce è stata pubblicata in Musica, Ongaku no susume, Recensioni e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a Ongaku no sosume #3 : Here Comes the Sun

  1. lucagiudici ha detto:

    Wow ! conosco bene i dischi Red Hot, che sono uno più bello dell’altro 🙂
    anzi (per dirla proprio tutta) Red Hot in Rio, per quanto bello, non è uno dei meglio riusciti, ma bello è il mondo così com’è. Vado ad ascoltare Forrò in the Dark, che li amo follemente ! Grazie 🙂

  2. flaviopintarelli ha detto:

    Sapevo che con te sfondavo una porta aperta 🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...